Segnaliamo

L’Associazione GAP ONLUS offrirà i seguenti servizi:
• Consulenza specialistica ABA-VB;
• Terapisti per la realizzazione dell’intervento riabilitativo;
• Coordinamento dell’equipe di tecnici;
• Sevizi di orientamento in materia medica, giuridica e fiscale.
Per ogni ulteriore informazione scrivete a info@associazionegap.org o telefonate al 347 83 56 658

Segnaliamo i documenti regionali attinenti al riconoscimento dell’ABA:

LEGGE REGIONALE 23 dicembre 2008, n. 45 “Norme in materia sanitaria”.

Art. 9 (Modifica dell’articolo 38 della l.r. 26/2006)
1. Al primo comma dell’articolo 38 (Contributi ai portatori di handicap) della l.r. 26/2006, dopo la parola: “Fay” sono inserite le seguenti: “o ABA”

LEGGE REGIONALE 9 agosto 2006, n. 26
“Interventi in materia sanitaria”.
TITOLO III
CONTRIBUTO AI CITTADINI PUGLIESI PORTATORI DI HANDICAP PSICOFISICI CHE APPLICANO IL “METODO DOMAN O VOJTA O FAY”
Art. 38 (Contributi ai portatori di handicap)
1. La Regione partecipa, con la concessione di un contributo, alle spese non coperte dal Fondo sanitario regionale sostenute dai cittadini portatori di handicap psicofisici, residenti in Puglia da almeno dodici mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, che si avvalgono del “metodo Doman o Vojta o Fay”, quale trattamento riabilitativo di centri specializzati.
Art. 39 (Modalità di presentazione delle domande di contributo)
1. Al fine di assicurare uniformità di trattamento, la Giunta regionale definisce con apposita deliberazione le modalità di presentazione delle domande di contributo di cui all’articolo 38 e per l’accreditamento delle relative somme alle AUSL di residenza.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 27 ottobre 2009, n. 2035
L.R. n. 45/2008, art. 9. Contributo ai cittadini pugliesi che si avvalgono del metodo ABA. Criteri e modalità attuative. (“contributi_metodo_aba DGM 2035 27.10.2009“)

Si seganala, inoltre, che con Deliberazione della Giunta Regionale 4 agosto 2010, n. 1840 la possibilità delle famiglie di vedere una partecipazione regionale alla copertura delle spese per l’ABA è sembrata venir meno, in quanto in un passaggio della delibera si legge “Si precisa, altresì, che, atteso l’obbligo per la Regione Puglia di attuare il Piano di rientro dai disavanzi, non sarà possibile rifinanziare per i prossimi anni la concessione del contributo oggetto del presente provvedimento (Contributo ai cittadini pugliesi che si avvalgono del metodo ABA), trattandosi di intervento non previsto dai L.E.A.”

Iscriviti alla nostra Newsletter